TRANSLATE

informazioni personali

La mia foto

Sono Veronica. Amo la musica e fare autoironia.Ah ah ah ironia.

26/02/13

Buoni propositi: Perchè ci fregano tutti gi anni.

Come tutti gli anni mi faccio infinocchiare dallo stessa,solita,inutile tradizione dei "buoni propositi" per l'anno a venire. 
Perchè!? perchè invece di prendermi da sola per i fondelli non mi guardo prima allo specchio e,fissandomi negli occhi, non faccio una chiachierrata a cuore aperto con me stessa? 
E invece no. 
Tutti gli anni ci casco: farò sport,sarò puntuale, finirò i lavori in tempo ecc ecc ecc.
Tutto fiato sprecato e sensi di colpa a fiumi tranne per il fatto che almeno uno dei 1000 propositi che pianifico lo metto in atto...due o tre mesi dopo.
Quest'anno è toccato allo sport: stanca del flaccidume,dei pomeriggi passati a fare gli occhi dolci a tutte le merendine e i biscotti del globo e di quei muscoli ormai traformati in adipe al 100%. 
Mi ci sono voluti due mesi di trattative con il mio corpo per decidere che era ora di darsi una mossa,complici le belle giornate e il profumino della primavera che incombe.
Consapevole che la palestra non mi sarebbe andata giù ho deciso di segiure il mio istinto: pessima idea che mi ha trascinata davanti ad un paio di Rollerblade. Sì,di pattini in linea. 
Dopo anni e secoli che non ne indossavo un paio ho deciso di riprenderli e sfrecciare sulle ali della libertà.

Peccato che l'idilliaca immagine dello sfrecciare si sia irrimediabilmente risolta nella fotocopia della nascita di un cucciolo di giraffa con cadute e sbucciature di contorno neanche avessi più 10 anni.
E pensare che al momento dell'acquisto avevo anche storto il naso all'eventualità di dovermi munire di adeguate protezioni: ora posso solo fare un'amarissima risata. 
Ah,ah,ah.
Rimpiango di non aver comprato anche un caschetto.
"Tranquilla devi solo ricordarti come si fa!" Certo,come no,ridimello ancora mentre mi rompo un polso.
Così mentre fisso quei pattini maledetti l'unica canzone che,con un gioco di parole,possa rendermi un minimo orgogliosa per averci almeno provato è quella dei Jet Black Stare.
Jet chi? Devo dire che ho conosciuto questo gruppo per caso,giorvagando su you tube: Ready to roll penso che sia un brano semplice ma molto energico. Non conoscendoli a fondo non posso dire di più ma proverò a dargli una chance...voi fatemi sapere cosa ne pensate! 

 


19/02/13

Incontri ravvicinati sul vagone della metropolitana-tipo:Planet Funk.

 
Questa mattina,dopo aver rischiato di morire schiacciata tra le porte automatiche della metropolitana a causa della mia solita sfiga mista a ritardo cronico,trovato miracolosamente un posticino a sedere, ho tentato di rilassare i nervi osservando il paesaggio.
Monotonia portami via
 ma non ci si scoraggia:sono i dettagli che fanno la differenza!
 E tra errori cromatici di facciate di case probabilmente dipinte da daltonici e qualche campo di calcio fangoso decido di riporre il mio sguardo all'interno del vagone e ai suoi clienti.
 
 
 No,non sono una di quelle persone che fissa insistentemente la gente facendola sentire a disagio ma con occhiate veloci qua e la si possono scoprire e capire tanti aspetti interessanti riguardanti il genere umano.
 Dai,non fatemi credere che io sia l'unica!
 Nessuno di voi non ha mai incontrato la classica coppietta di turisti che anche a Gennaio inoltrato continueranno ad indossare i cappellini simil Liam Ghallagher da pescatore? 
O le dodicenni in piena crisi ormonale che,vestite tutte uguali,cantano e urlano all'unisono meglio delle scimmieurlatrici che devono salvare il proprio territorio?
 O il fantastico universitario con lo zainetto in spalla e la barbetta incolta che legge Freud e qualsiasi movimento terrestre potesse verificarsi resterà incollato a quelle pagine?
 O le fashion victim con il tacco 12 e il capello perfetto che pure se ci fosse il vagone pieno zeppo di gente troveranno sempre posto a sedere perchè loro sono dannatamente "cool"? 
E poi ci sono quelle come me.
Che già è tanto se evitano di schiacciarsi tra le porte automatiche.
Tra tutte quelle linee e quelle fermate ci si può facilmente perdere ma ovunque si guardi sembrano tutti così...preparati.
Quasi in una catena di montaggio: timbra,sali,scendi,sali,esci,timbra e nessuno che si scompone.
E io in questi momenti non posso fare a meno di udire come perfetta colonna sonora i Planet Funk.
Concedo un piccolo spazio ad un gruppo italiano che non amo particolarmente in quanto le loro influenze elettroniche sono troppo marcate ma alcuni brani sono decisamente azzeccati. 
Da "Another sunrise" che devo dire brano molto maturo rispetto ai precenti a quello che invece mi accompagna tutte le volte che mi addentro in quel mondo buio delle metropolitane.
Parlo di "Who said".
Ascoltatelo poi fatemi sapere chi incontrare nei vagoni e su quale canzone premereste PLAY mentre viaggiate sulle rotaie.
 


 "BUT I'M STUCK IN.....?"


11/02/13

La canzone giusta per un S.Valentino perfettamente diverso

Il Papa si è dimesso. Eh va bhè,capita.Per quanto io sia devota alla religione la cosa non credo mi tocchi proprio ma è comunque una notizia di portata mediatica,non c'è che dire. 
Non commento la notizia proprio perchè essendo più che atea non credo io sia in grado di commentare adeguatamente senza ritrovarci a sguazzare in chiacchiere da bar che non porterebbero a nulla.
Ordunque credo sia necessario cambiare argomento.
Si avvicina San Valentino gente!
L'amore,i cuoricini,gli orsacchiotti di peluche,i cioccolatini,le rose. 

E CHE PALLE.
No,San Valentino non ha senso.
Perchè se uno è innamorato deve ricordarsene solo il 14 di Febbraio?
Perchè se uno è single deve farselo ricordare il 14 di Febbraio?
Non ci sto,io non l'ho mai festeggiato e mai lo festeggierò.
Trovo sia solo una BUONISSIMIA strategia di marketing che potrebbe far ripartire l'economia e proprio per questo chapeau a chi di dovere ma io non voglio far parte di una giornata che non mi farebbe sentire per nulla speciale. 
Mi sentirei una delle tante ragazze che sono state "sorprese" dal proprio uomo a fare qualcosa di vagamente romantico e tenero,
se per romantico e tenero intendiamo una valanga di cioccolatini e delle rose che saranno costate 300 euro. 
Sommati ai 70 euro di completino sexy della nuova collezione di qualche marca famosa di intimo,diventa una spesa non indifferente per due innamorati.
Poi pensiamo all'altissimo tasso di suicidi che avverranno: 
tutti quei single che per non sentirsi diversi,
neanche avessero la peste,
 si andranno a consolare in qualche serata per soli single in qualche discoteca di dubbio gusto o si strafogheranno di gelato al cioccolato davanti ad un film romantico urlando tra le lacrime
 "perchè a me non succede nulla di tutto questo!" 

Insomma,una tragedia!
L'amore si può dimostrare senza spendere un patrimonio e senza cadere nei soliti clichè.
Ogni donna è speciale a suo modo e avrà qualcosa che la potrebbe rendere motlo più felice delle solite rose.
Ogni maschio è speciale a modo suo e avrà...
ma di cosa sto parlando:
 tutti i maschi sbavano davanti ai completini sexy ma non fanno caso ai pizzi,ai merletti,ai cristalli, ergo non spendeteci troppo.
faccia di ogni maschio davanti un completino sexy indossato

Le lettere scritte a mano,le sorprese vere,i piccoli gesti,le storie Disney,le canzoni romantiche che abbiano un senso:
rivoglio il vero romanticismo io.
Chiedo troppo?
Io sono fortunata,il mio uomo ci si impegna molto e forse non lo ringrazio mai abbastanza.
Le volte che lo faccio,però,lo faccio sempre con una canzone...con cos'altro altrimenti?
Ecco allora una serie di canzoni diverse dal solito per dire a chi di dovere che quando vi guarda la mattina appena svegliati con quello sguardo è come se tutto,finalmente,avesse un senso.
Fatemi sapere con quali canzoni soprendereste il vostro amore,sono curiosissima! 

Baby i love you-Ramones 
Questa cover dei Ramones è meravigliosamente semplice e diretta. 
Per chi sa quello che vuole dire e come lo vuole dire.

 
Per le più romantiche che hanno difficoltà nell'esternare i propri sentimenti,Paramore-The only exception


Questa canzone per me è un must. Per chi vuole far sapere al proprio amore che non importa il passato ma solo chi vi sta stringendo la mano in quel momento.
Peter,Bjorn & John-Young Folks


Classicamente Oasis. Interpretabile in molti modi.Oggi scelgo quella romantica.
Wonderwall.


Nuovo singlo per gli  Aerosmith -What Could Have Been Love 


Dolce come una torta alla crema queta canzone dei Plain white t's- 1,2,3,4

Se lo screamo fa per voi questa è assolutamente adorabile. Bring me the horizon- Don't go

Ultima ma non ultima il classico del classico del classico.
Elvis- Can't help to fall in love with you

Ne avrei moltissime altre ma non posso fare un post di 1000 canzoni!!
Un bacio

06/02/13

I Ramones incontrano Alice nel paese delle meraviglie

Forse è una congiura ma è ritornato il vento gelido e si è oscurata nuovamente la vallata: e dire che ormai dovrei esserci abituata. 
Avanti e indietro,tic tac,tic tac,cento cose da fare e poi mi ritrovo sempre a fissare il soffitto: suppongo di essere entrata in un trip alla "Alice nel paese delle meraviglie".
 Lo stregatto mi ha sempre fatto una grande simpatia,a differenza di Alice...Lei era sempre così dannatamente fragile ed ingenua oppure solamente sotto l'effetto di potenti acidi. 
Lo stregatto no,diavolo,lui era più che consapevole di essere fuori di zucca ma credeva comunque in quello che diceva.
Lo so,lo so,so benissimo che sto minimizzando lo splendido lavoro di Carroll (che avrò letto un centinaio di volte) ma spesso mi chiedo se io non sia la reincarnazione di quel gatto del Cheshire o solo un personaggio uscito dalla penna di questo magnifico autore.
Quel senso di inadeguatezza profonda e smarrimento che pervadono le sue pagine sono sentimenti che ritrovo anche nel mio cammino.


Chi non è mai stato ritenuto matto perchè diverso?
Chi non è mai stato deriso per il proprio modo di vedere le cose?
Chi non si è mai sentito inspiegabilmente fuori posto per aver tentato di raggiungere il proprio sogno?
C'è sempre qualcuno che è migliore di te. Sempre.
Continuo a ripetermi.
Chissà quanti personaggi della storia della musica devono essersi sentiti così.
Ma molti hanno fatto della loro "stranezza", ossia della loro individualità ,la loro bandiera,il loro punto di forza.
Da Elton John ai Sex Pistols passando per i Queen fino ai Ramones.
Non sono sicura del fatto che si siano sentiti davvero emarginati o "diversi" ma tutti questi mostri sacri della musica hanno avuto molto contro cui lottare.
Prendiamo Joey Ramone. O meglio Jeffrey Hyman.

Questo ragazzo da l'idea di essere tutto fuorchè "popolare" : è daltonico e ha disturbi ossessivo-complusivi,per non parlare del suo abbigliamento. Era tutto quello che  non ci si poteva aspettare dalla media dei giovani degli anni '50. 
Era il cappellaio matto della situazione,il leprotto bisestile di New York.
Diverso,strano,incompreso?
Lui era un geniaccio,un fottuto genio: e chi ha creduto in lui e nella sua combriccola ha creduto in un sogno.
I Ramones sono un timbro nella storia della musica.
Non se ne parlerebbe mai troppo.
Forse sono davvero matta.
Forse devo essere sedata.
E se lo devo essere davvero,fatemi sedare dai Ramones!
I wanna be sedated-Ramones
 
Forse siamo tutti degli stregatti: perchè ci vuole più coraggio nel mostarsi come si è piuttosto che seguire la corrente.
Alice era convinta di stare in mezzo ai matti. 
Forse la vera matta era lei perchè non riusciva a trovare se stessa.

03/02/13

I Kiss e il carnevale alla Skins

Ecco,ci siamo,ormai è arrivato. 
Si sente e si vede. Non c'è scampo,è arrivato.
 IL CARNEVALE è arrivato. 
Si salvi chi può! 
No,non fraintendetemi,da piccolina amavo il carnevale: vestiti da principessa che non permettevano un movimento fluido manco a pagarlo mi rendevano la cucciola d'uomo più felice della terra.
Vestititi simili a questo
Mi piaceva,oh quanto mi piaceva.
E mi piace ancora ma i punti di vista cambiano: se prima era un periodo che si aspettava con gioia alla pari del Natale,ora non è niente altro che un periodo in cui prenderai 6 kg in più (2 dei quali sono i residui del Natale) e con quei 6 kg in più dovrai cercare di entrare in quel vestitino striminzito da gattina speudosexy,che hai comprato in un attimo di follia in un negozietto di dubbio gusto,per andare ad una festa in maschera dove sarai circondata da ragazze mezze nude che quei 6 kg in più li hanno messi tutti sul petto.
 Per consolarti tenterai di bere più alcolici possibile, pur consapevole che questo non farà smettere il tuo ragazzo di avere un occhio solo (l'altro è rivolto a te) calamitato su quelle curve che tu non avrai mai. Ancora più sconsolata e brilla comincerai a bere shottini pieni di coriandoli e stelle filanti che si aggroviglieranno nel tuo stomaco ballando la samba.Ti sembrerà di essere stata trasformata in un personaggio di Skins.

Ahhhhhhh il carnevale.
Dove sono finiti pulcinella,colombina e quella voglia di spensieratezza??
Non lo so ma ovunque mi giri ormai vedo solo frappe,castagnole,bignè,urla,stelle filanti,bambini che tirano coriandoli a destra e manca sotto evidente effetto di eccedenze di zuccheri fregandosene se sei il loro amichetto o un giovane adulto che non vuole trovarsi pezzettini di carta colorata tra i capelli già spettinati e incasinati di loro.
Per me il carnevale dovrebbe essere un po' come un vecchio video dei Red Hot Chily Peppers o come uno dei Blink 182:Folle al punto giusto!
Un gruppo che mi faccia subito follia e carnevale?
I RHCP sicuro.
Per voi?
Ma  io oggi vado di Kiss.
Cosa c'è di più carnevalesco,appariscente e strampalato di un gruppo d'aspetto death metal ma con un'anima glam rock? NULLA!
E allora ecco a voi Simmons e soci nelle loro vesti da lavoro,live nel '96!



01/02/13

Peter Pan e Jhonny Cash- l'etimologia del crescere

Oggi si parla di crescere.

 
Con questo non voglio fare predicozzi o simili ma solo appuntare un concetto che spesso io stessa do per scontato.
 Tocca a tutti,prima o poi (No,non conto le persone affette dalla sindrome di Peter Pan) che lo si voglia o meno.
Crescere è qualcosa di dannatamente complicato,indefinito,articolato,oscuro e inaspettato:sì perchè il fatto di essere cresciuti lo si capisce dopo o mai.O lo si capisce solo in parte. 
Credo sia come una scala infinita.
Ogni volta che sali un gradino credi di essere in cima ma non è mai così.
Forse lo sei davvero quando guardando una vecchia foto riesci ad apprezzare chi eri pur con tutti i difetti.
Forse lo sei davvero quando le lacrime non scorrono più sul tuo viso perchè hai visto e provato tutto troppe volte.
Forse lo sei davvero quando hai trovato la traduzione alla parola "vita".
La realtà è che io posso solo fare supposizioni perchè più che cresciuta posso dire di essere cambiata da quando sono nata: cambiamento e maturità non so se siano complementari,non posso autocertificare la mia crescita ma posso osservare il fatto che cambiare è stato difficile ma mi ha portata ad una consapevolezza di me stessa ancora non scoperta.  
Se mi piaccia a meno lo lascio decidere al tempo.
Sicuramente crescere non è quello che immaginavo da piccola, indossando i tacchi della mamma troppo larghi e troppo alti per me ma nell'isola che non c'è non ci vorrei comunque andare.
Masochismo? Cissà.
Voglio guadagnare ogni singolo grannello di felicità che troverò nell'oceano di pece in cui viviamo perchè avrà un valore cento volte maggiore di uno di quelli sulle caraibiche spiagge dell'isola di capitan'Uncino.
Vi chiedo allora cosa significhi crescere per voi.
Per me Johnny Cash lo aveva capito.
E faceva male.
Fa male.
Jhonny Cash-Hurt